Adozione del maggiorenne Adozione civile: procedimento ed effetti

La ratio dell’istituto

L’adozione del maggiorenne nasce da presupposti diversi rispetto a quelli che ispirano l’adozione del minore.

Il suo fine è spesso quello di consentire a un soggetto di trasmettere il proprio patrimonio e il proprio cognome.

Talvolta, tuttavia, l’adozione del maggiorenne assume una finalità assistenziale.

Presupposti di legge

La legge impone specifici presupposti per poter dar luogo all’adozione di un maggiore di età:

  • il soggetto che adotta deve aver compiuto i 35 anni di età e deve superare di almeno 18 anni l’età dell’adottato;
  • il soggetto adottante e l’adottato devono prestare il proprio consenso all’adozione;
  • è necessario l’assenso del coniuge e dei genitori dell’adottato, del coniuge e dei figli maggiorenni dell’ adottante (qualora manchi tale consenso, il giudice, se ritiene ingiustificato un diniego, può disporre ugualmente l’adozione);
  • l’adottante può adottare personalmente, sia egli single o coniugato, senza che l’obbligo di adottare sorga, nel secondo caso, anche per il coniuge.
Procedimento di adozione del maggiorenne

La domanda di adozione della persona maggiore di età viene presentata al tribunale, con l’ausilio di un avvocato esperto che assista i richiedenti.

Ha così inizio un procedimento, nel cui ambito il giudice accerta la sussistenza dei presupposti di legge e la convenienza dell’adozione per l’adottato.

Una volta acquisiti tutti gli elementi necessari, il giudice decide sull’adozione.

Effetti dell’adozione del maggiorenne

Dal provvedimento che dispone l’adozione scaturiscono gli effetti propri dell’istituto.

L’adottato antepone al proprio il cognome dell’adottante. Egli non perde i diritti e i doveri nei confronti della famiglia di origine. D’altronde non acquista rapporti civili con i parenti dell’adottante, ma acquista i diritti successori nei confronti del genitore adottivo.

L’adottante non acquista alcun rapporto con la famiglia d’origine dell’adottato né acquista diritti successori nei confronti dell’adottato.

La specializzazione dello studio legale in materia

Lo Studio Legale si occupa storicamente di procedimentstudio legale contratto preliminare romai di adozione di minori e maggiori di età

Per contattare lo Studio Legale, per consulenza e assistenza, stragiudiziale e giudiziale, in materia di adozioni, si possono utilizzare i recapiti visualizzabili cliccando qui

oppure scrivere a     adozioni@professionistilegali.it

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *